Guida intergalattica per aspiranti ultra - BIKE SNOB


Lontano, nelle dimenticate montagne non segnate nelle carte geografiche, c'e' un piccolo ed insignificante monte. Intorno ad esso, su una distanza di 100 chilometri c'e' un piccolo e trascurabilissimo sentiero single track, dove alcune forme di vita, discendenti dalle scimmie, sono cosi' incredibilmente primitive che credono ancora che gli orologi da polso GPS siano un'ottima invenzione.
Questo monte e queste forme di vita avevano un enorme problema, erano afflitti da una costante infelicita'. Per risolvere il problema di questa infelicita' furono suggerite varie proposte, ma queste per lo piu' concernevano lo scambio di barrette e gel, un fatto indubbiamente strano, visto che ad essere infelici non erano le barrette ed i gel ma le forme di vita che correvano sul quel monte.
E cosi' il problema restava inalterato: quasi tutti si sentivano tristi e infelici, perfino quelli che avevano gli orologi da polso GPS.
Erano sempre di piu' quelli che pensavano che fosse stato un grosso errore smettere di essere scimmie e abbandonare gli alberi per mettersi a correre. Ma c'erano alcuni che arrivavano a pensare che fosse stato un errore perfino emigrare nella foresta.
Poi, un certo lunedi', duemiladiciotto anni dopo che un uomo era stato inchiodato a un palo per aver detto che sarebbe stato molto bello cambiare il modo di vivere e cominciare a correre e a volersi bene, un tipo seduto al terzo ristoro capi' che cosa era andato per tutto quel tempo storto e non era andato ne verso giusto e comprese in che modo sarebbe potuto diventare un luogo di felicita'.  
Questa volta la soluzione era quella giusta, non poteva non funzionare e nessuno sarebbe stato inchiodato ad alcunchè.
Questa e' la storia di quel ragazzo al terzo ristoro e del libro che forse leggerete che e' un plagio schietto ma che tuttavia si tratterà di un libro notevolissimo. NON FATEVI PRENDERE DAL PANICO E PORTATE CON VOI FISCHIETTO E COPERTA TARMICA. come da regolamento spirito trail. Il tutto potrebbe ri-iniziare a breve.

Ieri dopo 72.6 km in poco meno di 4 ore di asfalto, ho partorito questo inizio completamente copiato da un libro che ha fatto la storia della fantascienza, l'ho partorito girando in una bella riviera Ligure di ponente baciati dal caldo e dal sudore sulla nostra pelle. La bianca Moretti ristoratrice non rende pero' il merito alla fatica, ma mi ha aiutato ad aprire nuove sinapsi sensoriali: la bici da strada.

  

Inizierei con oggi a buttar giù una mini playlist di quello che ho ascoltato in questo periodo, ne metto 3 perchè due sono le corna : Quicksand - Interiors (2017) - Incendiary - Thousand Mile Stare (2017) - Celeste - Infidele(s) (2017) accattatevill ....

Commenti

Post più popolari